Porti il velo? Niente stage

La storia si ripete. Purtroppo. Le ragazze che portano il velo non hanno speranze di arrivare alle reception degli alberghi della costa romagnola. Il mese scorso il caso si è di nuovo verificato. Questa volta a Cattolica, sempre in provincia di Rimini. Vittima una ragazza di 17 anni, Omaima Razzag, che non ha trovato posto per il suo periodo di stage. Tre anni fa, proprio nel giorno della festa della donna, a Halima (allora 17enne) veniva rifiutato lo stage in un prestigioso hotel di Rimini perché portava il velo.
“Frequento la quarta superiore di un corso turistico dell’Istituto Isiss di Morciano – racconta -. Il programma scolastico prevede uno stage di tre settimane”. Omaima ha espressamente chiesto alla prof di essere collocata in un hotel dato che negli anni precedenti aveva fatto il tirocinio in Comune e in alcune agenzie di viaggio. “All’inizio la mia professoressa mi ha assegnato un posto in un hotel di Cattolica, prima mi hanno accettata ma quando hanno saputo che porto il velo mi hanno escluso dicendo che gli stagisti si devono comportare e vestire in un certo modo”. La motivazione è quasi di rito. La proposta è peggiore: “Mi avrebbero accettata solo se avessi tolto il velo”. Omaima non ha tentennato: “Ho risposto assolutamente no. E’ segno irrinunciabile della mia fede”. Ancora una volta competenza e dedizione sono finiti in secondo piano. “Mi hanno discriminata ancor prima di vedere le mie capacità e competenze solo per un foulard che è segno irrinunciabile della mia fede e identità culturale”, si sfoga. Siccome non c’erano più sistemazioni libere la studentessa ha dovuto svolgere il proprio stage in un Municipio della zona. Una mansione che nulla ha a che fare con le materie di ricevimento studiate a scuola.
In tre anni non solo non è cambiato nulla, ma i provvedimenti simili si sono verificati in altre zone d’Italia. E’ toccato ad esempio anche a Hajer a Prato. A Torino un giudice ha licenziato un’interprete a causa del velo. A Milano a una studentessa universitaria è stato rifiutato persino il volantinaggio davanti alla fiera.omaima razzag 2

22 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *