I commenti sotto i post di Salvini, una lezione di stile

Per una volta è stato bello leggere i commenti sotto un post di Facebook. Non perché corrispondano alle mie opinioni. Semplicemente perché sono stati coerenti. E non sono stati rimossi, come avveniva di solito. Un plauso a Matteo Salvini (o comunque ai gestori della sua pagina).

Andiamo con ordine. Come sicuramente saprete ieri ci sono stati diversi arresti in Regione Lombardia per aver truccato gli appalti sulla sanità. Tra gli altri, è stato indagato anche un assessore leghista. Il segretario del Carroccio è quindi sceso in sua difesa. Su Facebook, ovviamente.

Ecco il post di Salvini:

post salvini facebook

Come sempre è stato chiarissimo. Populista da vergogna, incoerente oltre ogni limite. I commentatori però questa volta gli hanno servito una lezione di stile.

Ecco il primo, forse quello meno delicato ma sicuramente il preferito (ben 621 mi piace): adesso è una persona per bene, se era un PDiota ci voleva la forca, siete tutti uguali spazzatura“. 

Ora il secondo (281 like): Certo, se indagano gli altri è giusto e devono dimettersi, ma se indagano uomini della lega o amici di forza italia è spargimento di fango. Che pena.”

Il terzo (215 mi piace): aspettavo proprio un tuo commento su questo , ero davvero curiosa di sapere che cosa ti saresti inventato stavolta…complimenti ti sei superato, senza mai abbandonare il tuo facile populismo che funziona con gli ignoranti che ti danno voti …. mi vergogno che uno come te sia presente all’Europarlamento … uno che per me non può essere definito un politico!”

Il quarto è di sostegno (Fango perché la Lega dà fastidio) ma il quinto lo demolisce presto: “Sei sempre coerente caro Matteo, sempre coerente nell’essere un poveretto. Fai veramente pena e ammiro il coraggio con la quale scrivi certe cose.…” (segue una spiegazione che tralascio per motivi di spazio).

Chiudiamo con il premio ironia: Carissimo, per una volta mi auguro con tutto il cuore che un tuo desiderio si avveri”.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *