Ciao. Facciamola breve: sono Brahim Maarad, ho ventisei anni e mi piace scrivere. Potrebbe non interessarvi, ma ho deciso di creare questo blog semplicemente per il gusto di scrivere. Non importa su chi o su cosa, quando o come, importante è scrivere. Possibilmente in modo corretto e (esagero) bello.

Mi sono dato solo una regola: non mancare mai di rispetto nessuno. Non dovrei avere grosse difficoltà nel rispettarla. In ogni caso, se lo riterrete opportuno, intervenite pure. Una tirata d’orecchie ogni tanto fa solo bene

Detto questo, vi racconto qualcosa di me. Sono nato a Elaioune, una piccola cittadina nella regione orientale di Oujda, in Marocco. Una di quelle zone che di prezioso hanno in particolare l’accoglienza di chi le abita. E forse solo quello. Sono arrivato in Italia all’età di dieci anni, nell’agosto del ’99, raggiungendo, assieme al resto della famiglia, mio padre che lavorava in provincia di Rimini già da una decina d’anni. La mia storia è un po’ quella di buona parte dei figli di immigrati. Ho studiato, ho superato le prime difficoltà e, strada facendo, sono riuscito anche ad eccellere (e qui esagero) in qualche campo. Risiedo da sempre in provincia di Rimini, comune di Bellaria Igea Marina. Ho frequentato le superiori nell’istituto tecnico industriale Leonardo Da Vinci, mi sono diplomato nella specializzazione di informatica industriale con cento/centesimi (era proprio necessario precisarlo?). Proprio in questa scuola che, come potete ben immaginare, non era prettamente indirizzata verso le materie umanistiche, è emersa la mia passione per il mondo del giornalismo. Ho partecipato quindi ad alcuni concorsi (a dire il vero erano gare) di giornalismo. Nel 2009, in quinta superiore, sono stato chiamato a collaborare in un giornale locale, il Corriere Romagna. Qui è iniziata quella che ritengo una delle avventure più belle e importanti della mia vita. Almeno finora. Mi sono occupato di tutti i temi: dalla cronaca politica a quella giudiziaria, passando per provincia e spettacoli. Dopo la maturità, passata con le mattine a scuola e i pomeriggi in redazione, mi sono iscritto alla facoltà di economia e management, all’Università di Bologna, sede di Rimini. Ho continuato a collaborare con il Corriere riminese per due anni. Nel 2011, nel mese di aprile, sono stato chiamato ad assumere il ruolo di redattore in un giornale nuovo. Si tratta del Nuovo Quotidiano di Rimini dove sono stato assunto come primo cronista di bianca. E’ ormai noto che ottenere un contratto di assunzione è un sogno per chiunque abbia questa passione. Un sogno che ho potuto realizzare in un tempo record. Compiuti i diciotto mesi di praticantato, ho dato l’esame di Stato per diventare giornalista professionista. Il 13 dicembre del 2012, all’età di 23 anni, ho passato l’esame, affermandomi come tra i professionisti più giovani d’Italia. E, naturalmente, tra i primi immigrati, non avendo ancora io la cittadinanza italiana (è una lunga storia, anche questa). Continuo a fare ciò che mi piace e cerco di farlo nel modo migliore possibile. Credo che una delle soddisfazioni più grandi che si possano avere è tornare a casa la sera sapendo di avere fatto qualcosa di bello e utile..

Per chi volesse contattarmi, da qualche parte nel sito ci dovrebbe essere una pagina fatta apposta.

Grazie per l’attenzione e buona lettura.